+39 0571 1820540 info@domo25.com

PRIVACY IN CAMERETTA:
COME DIVIDERE GLI SPAZI CON L’ARREDO

Le migliori soluzioni per la divisione delle camerette: come progettare e organizzare lo spazio abitato da più figli di età diversa trovando il giusto equilibrio fra privacy e condivisione.

PRIVACY IN CAMERETTA:
COME DIVIDERE GLI SPAZI CON L’ARREDO

Le migliori soluzioni per la divisione delle camerette: come progettare e organizzare lo spazio abitato da più figli di età diversa trovando il giusto equilibrio fra privacy e condivisione.

Rifugio segreto, terreno di giochi, luogo di scoperta e apprendimento: la cameretta è per bambini e ragazzi uno degli spazi più intimi e privati. Un ambiente che nelle abitazioni cittadine contemporanee spesso per limiti di metratura non può essere assegnato a un solo figlio ma che, per forza di cose, bisogna condividere tra fratelli. Tuttavia non si tratta sempre di un passaggio indolore, specie quando i sessi sono diversi o quando i figli cominciano a entrare nella fase adolescenziale e reclamano con forza crescente i propri spazi personali, rivendicando indipendenza e desiderio di privacy.

Come fare a conciliare le diverse esigenze senza creare situazioni di disagio e di conflitto? Non volendo (o non potendo) eseguire opere murarie, la soluzione più vantaggiosa è quella di dividere la cameretta creando due ambienti autonomi, attraverso soluzioni di arredo strategiche e funzionali che rispondano al gusto personale dei genitori ma tengano conto soprattutto delle necessità e delle preferenze di ogni figlio.

Prima di capire “come dividere la cameretta”, bisognerebbe sempre chiedersi “a chi sarà destinata”, tenendo conto del sesso, dell’età, delle abitudini e delle passioni di chi la abita.

Affidarsi alla guida di un consulente di arredo esperto è dunque il miglior modo per evitare soluzioni impraticabili o poco efficaci e ottenere un’adeguata personalizzazione delle camerette anche in considerazione del budget disponibile.

Camerette per due figli: gli elementi da considerare

Avete a disposizione una sola cameretta per i ragazzi e vi siete convinti che separarla servendosi dell’arredo in maniera inusuale rappresenti la soluzione più soddisfacente?

Ecco delle regole di base che non potete ignorare:

Lo spazio utilizzabile

Prima di procedere alla riorganizzazione, bisogna fare i conti con la metratura disponibile e, partendo dalle esigenze comuni, considerare che ogni porzione di stanza dovrà essere sufficientemente ampia da far vivere in modo agevole i vostri figli.

Fondamentale riuscire a inserire facilmente almeno i 3 complementi basici, vale a dire letto, scrivania e armadio, assicurandosi che ognuno abbia la possibilità di svolgere comodamente le attività di gioco, studio e riposo e fare in modo che la stanza abbia un riscaldamento uniforme.

L’impatto estetico

Se la funzionalità è prioritaria per questa tipologia d’interni, non vuol dire che si debba trascurare l’estetica.

Preferire colori vivaci, scegliere mobili dal design moderno e accattivante e optare per complementi d’arredo originali e divertenti, permetterà di progettare la cameretta in funzione dei gusti dei vostri ragazzi rendendoli partecipi del processo creativo e aiutandoli così ad accogliere con entusiasmo il cambiamento.

La luce

L’ambiente in cui i bambini e i ragazzi passano la maggior parte del loro tempo deve essere sempre ben illuminata: per questo è necessario assicurarsi che dalla finestra la luce s’irradi in modo uniforme verso le due aree.

Riguardo alle luci artificiali, si fa indispensabile lo studio della collocazione delle prese di corrente in modo da garantire l’opportuna energia a ciascuno degli occupanti.

Separare senza muri: le migliori soluzioni

Vediamo come fare a dividere la cameretta per ragazzi creando a spazi privati e indipendenti attraverso l’utilizzo di elementi di arredo:

Armadi

Validissimo elemento di arredo funzionale alla divisione quando lo spazio lo concede, i due armadi affiancati e posizionati in maniera alternata con le ante di apertura orientate verso chi li dovrà utilizzare.

Da tenere presente in questo caso che lo spazio di passaggio da una parte all’altra della stanza non dovrà essere inferiore a 80 cm e che la previsione di ante scorrevoli permetterà di ridurre l’ingombro negli ambienti che si verranno a creare.

Librerie divisorie

Soluzione pratica e meno invasiva, le librerie divisorie, specie nella variante con due facciate aperte, possono fungere da biblioteca personale per entrambi i ragazzi mettendo comunque in comunicazione i due spazi e consentendo di disporre anche altri oggetti personali fra gli scaffali.

Porte scorrevoli

Ottima trovata quando si desidera favorire il passaggio fra le due aree della stanza senza per questo compromettere la privacy dei ragazzi di sessi differenti, le porte scorrevoli non sono difficili da istallare: bastano due binari sul pavimento e sul soffitto su cui far scorrere i pannelli scorrevoli ed eventualmente la scelta di un materiale fonoassorbente per garantire una maggiore riservatezza. 

Tende e separé

Rimedi temporanei e non troppo impegnativi, tende e separé hanno il vantaggio di poter essere sostituiti ogni qual volta si ha voglia di rinnovare gli ambienti con nuovi colori e materiali diversi.

Se le tende possono essere più chiare o più scure in funzione del livello di privacy di cui si ha bisogno e hanno tante fantasie fra cui spaziare, il bello dei separé è che si possono spostare facilmente secondo le esigenze del momento e personalizzare con foto, poster e disegni.

Consigli per dividere le camerette piccole

In caso di camerette piccole dove lo spazio orizzontale non si presta a essere sfruttato a dovere, un espediente diffuso è quello di approfittare della verticalità utilizzando gli spazi in altezza.

In questo caso ci vengono in soccorso le soluzioni di arredamento che prevedono due letti a castello combinati a scrivanie nella parte sottostante in ciascuna delle porzioni di stanza divisa, in modo da riuscire comunque a realizzare l’area studio individuale. Un escamotage che però difficilmente sarà accettato dalle ragazzine più grandi, desiderose di un letto più ampio per ospitare le amichette e spesso legate all’idea che il letto “a castello” debba essere appannaggio dei bambini piccoli. In questo caso, la previsione alternativa di due letti a scomparsa con scrivania integrata riuscirà a mettere d’accordo tutti.

Vuoi valutare una cameretta senza impegno?

Parlaci delle tue esigenze.