+39 0571 1820540 info@domo25.com

PIANI DI LAVORO IN CUCINA

Quali scegliere e perché

PIANI DI LAVORO IN CUCINA

Quali scegliere e perché

Fra i componenti essenziali dell’arredamento, il piano cucina impone una scelta meditata e accurata poiché si tratta di un elemento che più di altri è tenuto a rispondere a criteri di estetica e funzionalità, non potendo prescindere né dallo stile e della personalità della cucina che lo ospita né tantomeno dalle pratiche che è chiamato ad assolvere. 

Oltre che essere attraenti dal punto di vista estetico e adattarsi armonicamente al resto dell’arredo, i piani più alti della cucina, per questo conosciuti anche come top per cucine, forniscono di fatto spazio per pulire, tagliare, impastare, appoggiare pentole calde, ospitare piccoli elettrodomestici, impiattare: una serie di funzioni che li vorrebbe robusti, resistenti al calore e all’umidità, idrorepellenti, igienici e facili da pulire.

Esigenze oggi perfettamente assolvibili grazie al progresso tecnologico e all’introduzione di materiali elaborati in grado di garantire una scelta più che mai variegata e performance impensabili solo fino a poco tempo fa.

Ma come riuscire a orientarsi fra tante opportunità? Quale materiale scegliere per un top di cucina di qualità che possa dirsi all’altezza delle aspettative?

Scopriamolo insieme!

La scelta dei materiali per il piano cucina

Con una scelta così ampia di materiali e finiture, trovare il Top cucina più rispondente alle proprie esigenze è tutt’altro che facile.

Per quanto su questo tema si apra un grande dibattito e ognuno abbia un po’ la sua idea su quale possa considerarsi il migliore, conoscere più a fondo le caratteristiche dei materiali presenti sul mercato può senz’altro agevolarci al momento dell’acquisto.

Ecco in sintesi quelli più diffusi:

Piano cucina in laminato

Caratterizzato da una buona resistenza agli urti, ai graffi e alle macchie e all’acqua, il piano in laminato ha il pregio di essere anche economicamente accessibile.

Oltre che per i costi contenuti è molto amato per l’ampia gamma di colori e finiture disponibili, nonché per la previsione di piani interi piuttosto lunghi.

Costituito da un pannello di particelle di legno idrorepellente e rivestito da un foglio di laminato HPL a ottimizzarne le performance, il piano in laminato ha però il limite di essere piuttosto sensibile alle alte temperature e al calore inteso come fiamma viva: altamente sconsigliato poggiarci la moka appena tolta dal fornello.

La cucina Dandy Plus firmata Scavolini è un chiaro esempio di come sia possibile realizzare un piano in laminato stondato coordinato con le finiture delle maniglie.

blank

Cucina in stile moderno – DANDY PLUS con top laminato White Plus

blank

Cucina in stile moderno – FORMALIA con piano cucina in gres ossido nero

Piano cucina in gres

I piani in gres sono composti da materie prime naturali sottoposte ad un processo di sinterizzazione ad oltre 1200 °C e si distinguono per la superficie ultracompatta e per l’alta resistenza ai graffi e alle macchie dovuta alla sua ridottissima porosità.

Una prerogativa che lo rende anche molto resistente al calore tanto da sopportare persino il contatto delle pentole bollenti. Versatile e funzionale, ha fra i suoi pregi anche la facilità di pulizia e manutenzione: nell’ordinario saranno sufficienti una spugna morbida e un sapone neutro.

Unica debolezza è quella di essere sensibile agli urti negli angoli, nei bordi e nelle bisellature. Alcuni tra i più conosciuti marchi in gres sono Abitum, Dekton, Laminam, Lapitec e Kerlite.

blank

Cucina in stile moderno – FORMALIA con piano cucina in gres ossido nero

Piano cucina in acciaio inox

Superficie robusta e affidabile ideale per le cucine professionali, il piano lavoro in acciaio inox ha dalla sua anche un notevole impatto visivo che la rende una scelta quanto mai moderna e attuale.

Perfettamente idonea al trattamento igienico, ha però il difetto di graffiarsi facilmente e richiede pertanto un impegno costante nella pur semplice cura. Un consiglio pratico per la sua gestione ottimale è quello di non utilizzare pagliette metalliche e non trascinare oggetti sul piano.

Con i piani in acciaio, oltre all’incasso tradizionale, si possono creare delle zone lavoro monoblocco con piani cottura e lavelli saldati per una estetica pulita ed estremamente funzionale degna del miglior chef stellato.

Fra le applicazioni più tecnologicamente avanzate di questa categoria di top, la cucina Scavolini Mia by Carlo Cracco con zone lavoro realizzate in solida finitura acciaio.

Piano cucina in pietre naturali

Tra i piani più ricercati ed esteticamente attraenti, i top cucina in marmo e granito si distinguono per le inconfondibili diversificazioni cromatiche e per la capacità di trasformare immediatamente la cucina in un ambiente raffinato ed elegante.

Prediletti da chi ama lo stile classico e gli arredi di pregio, con un minimo di attenzione e cura, i piani in pietre naturali sono resistenti e longevi. Le pietre di provenienza nazionale possono avere un costo contenuto mentre le lastre più esclusive richiedono un investimento economico più importante. Espressione di top cucina in pietre naturali fra le più pregevoli, quello della Baltimora di Scavolini con piano cucina e isola in Granito Marron Imperial.

blank

Piano cucina in quarzo

Fra i materiali più di tendenza ultimamente, la cucina in quarzo promette di coniugare abilmente resa estetica e performance qualitative. Superficie igienica e durevole disponibile in una varietà di colori e nuance, presenta in realtà tutti i punti di forza di granito e marmo, dei quali restituisce l’effetto anche dal punto di vista estetico.

Questi piani sono composti da oltre il 90% di quarzo, che fornisce grande robustezza e durata a qualsiasi cucina. L’elevata resistenza a macchie, urti e graffi e il suo design lo rendono adatto ai diversi stili e tendenze. Il piano lavoro in quarzo mal sopporta però l’acidità, contenuta ad esempio nel pomodoro, nell’aceto o nel vino rosso ed è suscettibile agli shock termici quindi fare attenzione a poggiarci pentole appena tolte dai fornelli.

Tra i piani in quarzo più conosciuti troviamo i marchi Okite e Silestone.

Capace di intercettare ogni pregio di questo materiale, la cucina Flux Swing di Scavolini firmata Giugiaro Design con il top in Quarz Pearl Breeze sagomato e senza spigoli.

Vuoi valutare una cucina senza impegno?

Parlaci delle tue esigenze.