+39 0571 1820540 info@domo25.com

MASSELLO E TRUCIOLARE A CONFRONTO

Quale scegliere?

MASSELLO E TRUCIOLARE A CONFRONTO

Quale scegliere?

Tutti i componenti principali di un mobile si possono realizzare sia in legno massello sia in truciolare.

Conoscerne le differenze diventa importante al momento della scelta per comprare una cucina ed un arredamento in linea con le proprie esigenze e gusti. Ecco allora una serie di consigli per scegliere tra massello o truciolare.

Differenze tra Massello e Truciolare

blank

LEGNO MASSELLO

Il massello è costituito da una porzione di legno prelevata dal cuore del tronco, più precisamente dal durame, la parte più densa ed intima dell’albero, protetta dalle intemperie esterne e dai segni del tempo.

Dall’altra parte, il truciolare è il nome con cui vengono indicati i pannelli in fibra di legno composti di trucioli, derivanti da scarti di lavorazione, che vengono impastati con materiali leganti per poi essere pressati.

Per ottenere un arredamento di qualità, il truciolare non viene mai lasciato grezzo e si trova rivestito in diversi modi. I pannelli più economici hanno un singolo foglio melaminico incollato alla fine del ciclo produttivo; mentre i migliori hanno molti fogli melaminici che danno maggiore protezione ed una texture più realistica.

Il truciolare, infatti, viene ad esempio impiallacciato con uno strato di vero legno, detto “cartella”, oppure con fogli di carta impregnati di resina melaminica, conosciuta come “melaminico” o “laminato”, che riporta il disegno e la tinta delle venature del legno ma si possono realizzare anche pannelli con texture che riproducono marmi, graniti, cementi, tessuti, pelle ed una vasta gamma di tinte unite.

Le principali differenze tra massello e truciolare sono legate all’estetica e al prezzo.

I mobili in legno massello sono più robusti, durevoli, pregiati e, per questo, più costosi. Garantiscono unicità ed un aspetto più naturale e variegato, ma come contropartita occorre fare attenzione sia a cosa utilizziamo per la pulizia, che ne rovinano la superficie, sia al sole, che ne può alterare il colore.

Inoltre, un occhio meno esperto potrebbe scambiare per massello anche un pannello impiallacciato. Lo sapevi che le ante piane delle cucine moderne sono solitamente impiallacciate, ma potrebbero trarre in inganno sembrando massello?

blank

LEGNO MASSELLO

blank

LEGNO TRUCIOLARE

Il legno truciolare, dal canto suo, fornisce leggerezza, praticità ed un buon rapporto qualità/prezzo.

Per avere certezza della sua qualità andiamo a verificare che sia idrofugo, idrorepellente, con zero emissioni di formaldeide e che monti ferramenta di qualità al suo interno. Infatti, per ottenere una struttura molto stabile è meglio optare per mobili sorretti da reggipiani con incastro a coda di rondine.

In particolare, la manutenzione è molto semplice e si limita a poche attenzioni: è sufficiente utilizzare detersivi neutri, sciacquare immediatamente ed asciugare.

Il Top della cucina realizzato con uno o con l’altro avrà sempre l’umidità come nemico principale, insieme al calore.  La scelta dipende sempre dal gusto personale e dalla resa estetica che desideriamo.

Quale scegliere?

Sceglieremo il massello per avere un mobile esclusivo, vivo, piacevole alla vista ed al tatto, da conservare con cura. Dona alle ante di una cucina un carattere unico perché le naturali differenze di venatura vanno ad esaltarne il fascino.

Sceglieremo il laminato per la praticità di pulizia, la possibilità di scegliere fra svariate finiture, avere pannelli interi molto grandi e risparmiare sul prezzo. Consigliamo il truciolare idrorepellente rivestito in laminato HPL (High Pressure Laminate) per realizzare un piano di lavoro della cucina: le specifiche fasi di produzione rendendo il materiale maggiormente resistente all’acqua, al calore e al graffio.

Facile da pulire e con una vasta gamma di texture, il laminato HPL può risultare un ottimo compromesso qualità/prezzo, così da creare la cucina che più ci rappresenta.

Vuoi valutare una cucina senza impegno?

Contattaci