+39 0571 1820540 info@domo25.com

ISOLA E PENISOLA

Consigli pratici nella scelta della cucina

La cucina è l’ambiente di casa in cui riunirsi a fine giornata con famiglia o amici. La presenza di un’isola o penisola non può che essere un elemento in più, dal notevole impatto estetico, che offre la possibilità di cucinare in un ambiente più ampio e comodo. Per questo, la cucina con isola o penisola è la sintesi perfetta tra convivialità e praticità.

Ecco allora alcuni consigli per la scelta dei loro materiali e della loro posizione per sfruttare al meglio gli spazi a disposizione.

La sintesi tra convivialità e praticità

L’isola è quell’elemento della cucina che riesce a conferire calore e convivialità ed è diventata una soluzione di grande tendenza in arredamento e di notevole valore estetico, ma non è adatta a tutte le case. Per questo quando si sceglie questa disposizione è necessaria un’attenta misurazione dello spazio e una precisa valutazione delle varie esigenze. 

Quando è possibile realizzare un’isola nella cucina? E la penisola?

Gli spazi devono essere organizzati in modo funzionale. A tal fine, l’isola deve avere preferibilmente forma rettangolare, le versioni più piccole partono dai 125×65 cm fino a superare i 300×120 cm per gli ambienti più spaziosi, l’unica condizione è che siano proporzionate all’ambiente in cui sono inserite. Intorno al bancone deve essere lasciato uno spazio utile per assicurare praticità e fluidità dei movimenti.

Infatti, in genere, viene raccomandato:

  • Un metro di spazio tra l’isola e i mobili a parete;
  • Il lato lungo dell’isola deve essere di almeno 120 cm;
  • Le ante e i cassetti sia dell’isola che degli altri mobili e elettrodomestici devono aprirsi completamente mantenendo uno spazio di manovra di almeno altri 30 cm.

Ottenere queste misure è, ovviamente, più facile in cucine molto ampie. Tuttavia, anche in ambienti più piccoli può essere possibile ospitare un’isola, ma serve un progetto attento e meticoloso, per dar vita ad una cucina su misura e ideale per ogni esigenza.

Quando però gli spazi non permettono la presenza di un’isola, la cucina con penisola è la soluzione ideale, in quanto è funzionale, versatile e bella tanto quanto una cucina a isola, ma richiede meno spazio visto che un lato, solitamente quello corto, è appoggiato ad una parete oppure alla cucina.

Inoltre, scegliendo una penisola attrezzata, potremo dotare la cucina di più spazio da destinare ai piccoli elettrodomestici, ai ripiani ed ai cassetti salvaspazio, nonché al piano di lavoro, senza rinunciare al tavolo da pranzo.

Le configurazioni più diffuse nelle cucine moderne con penisola sono a L o a C. Quest’ultima crea una rientranza nella quale si può inserire la classica zona pranzo composta da tavolo e sedie e permette di sfruttare più spazio, inserendo un altro piano di appoggio.

I diversi usi dell’isola e penisola

L’isola, ma anche la penisola, possono essere utilizzate in molteplici modi e ospitare uno o più elementi indispensabili in cucina. Definire quanti e quali elementi integrare è una delle prime decisioni da prendere per procedere nella progettazione.

Possono essere un contenitore per gli accessori della cucina, da elettrodomestici a cassetti per attrezzature varie.

Possono ospitare anche la zona cottura (con fornelli a gas, piano a induzione o piano cottura elettrico), il lavello; ma anche entrambi in modo da avere la massima praticità possibile.

Quali sono i principali vantaggi?

  1. Convivialità e condivisione

Posizionate tra i mobili della cucina e quelli della zona giorno, sia l’isola che la penisola mettono a disposizione uno spazio di lavoro proiettato sul living. Ciò significa che, mentre si cucina, si può vedere e parlare con chi è in salotto. Bambini e ragazzi possono poi appoggiarsi per giocare o fare i compiti mentre i genitori cucinano e riordinano. Invitare ospiti a cena sarà poi un piacere grazie alla possibilità di condividere gli spazi e conversare mentre si cucina.

2. Spazio extra

    1. Sono uno spazio di lavoro in più in cucina, versatili e adattabili in diversi modi.

      1. Niente schizzi sul muro

      Può essere un pregio o un difetto: la posizione centrale dell’isola e la sua lontananza dai muri aiutano ad evitare i tanto odiati schizzi sulla parete, fastidiosi e spesso difficili da pulire.

      1. Con questa soluzione mentre si cucina si sporca generalmente solo il piano, ma l’altra faccia della medaglia è che si può rischiare di sporcare molto di più per terra ed occorre quindi prestare molta attenzione ad esempio alle gocce e schizzi d’olio, quindi evitiamo di posizionare i fornelli all’estremità del piano.

      Vuoi valutare una cucina senza impegno?

      Contattaci